08/10/10

Sarà capitato anche a voi di aver degli Scazzi in famiglia

È meglio avere scazzi in famiglia che la famiglia Scazzi.

La madre ha appreso la notizia in diretta su Rai3. Lo zio è stato intervistato da Mediaset e Rai. Anche Sarah comunque apparirà presto in video: farà la ballerina nel nuovo singolo di Micheal Jackson.
Sarah Scazzi voleva diventare famosa: direi che ce l'ha fatta.
Lo zio ha detto di aver abusato della nipote dopo morta. "È una cosa orribile" hanno sentenziato numerosi mezzobusti. Quasi quanto l'erezione che avevano loro in quel momento.

Sarah si sentiva stretta ad Avetrana. Non che in una buca di 80 cm ci fosse più spazio.

Siamo sinceri: una ragazza del genere nella migliore delle ipotesi avrebbe fatto la velina. Anzi, ad essere sinceri, la migliore delle ipotesi è la fine che ha fatto.

Ritrovata morta Sarah Scazzi passata così da "ragazzina con atteggiamenti da mignotta" ad "angelo volato in cielo".

Il vicesindaco di Avetrane "Era diventata la sorella di tutti". Fortunatamente non ha detto nipotina...

Chissà perché ma ho la sensazione che se la morta fosse stata l'altra si sarebbe parlato di meno di questa faccenda...


P.S. La persona che ha scritto il post esprime vivo rammarico per la fine atroce fatta dalla povera Sara Scazzi.
Kra invece si dissocia dalla persona e si nutre di umorismo di pessimo gusto.

55 commenti:

  1. Ne posso mettere qualcuna sul mio status?

    RispondiElimina
  2. me ne posso infilare qualcuna in culo?

    RispondiElimina
  3. se questa è satira io sono sarah scazzi, che lo prende.

    RispondiElimina
  4. Potete fare di queste battute ciò che volete.

    P.S. Questa è satira. Piaccia o non piaccia ne ha tutte le caratteristiche.

    RispondiElimina
  5. Fantastica. Complimenti...Vorrei averle scritte io

    RispondiElimina
  6. Tristezza...questa non è satira...cercati un lavoro migliore invece di fare ironia sulle disgrazie delle persone...

    RispondiElimina
  7. Un lavoro ce l'ho: uccido le minorenni. Ma pagano poco. Così arrotondo stuprandole.
    E rompendo il cazzo alla gente insegnando cosa è la satira anche.

    RispondiElimina
  8. Stavolta non mi sei piaciuto.
    Alcune battute erano banali, le avrebbe potute dire un idiota qualunque, altre persino bigotte.
    Non è da te.
    Continuerò a leggerti, comunque.
    Ad maiora.
    Emanuela

    RispondiElimina
  9. Kra ti farei tanto male, ti fratturerei quelle dita di merda e quella testa di cazzo che ti ritrovi, in modo da non farti scrivere queste frasi irrispettose,coglione trovati un lavoro questo non lo sai fare...

    RispondiElimina
  10. E già, questa è vera satira. Fare battute poco originali su una ragazzina uccisa e stuprata. Meno male che ci sei tu a insegnare cosa è la satira.
    Tra l' altro, se tu fossi davvero convinto che è tutto giusto così, non avresti scritto in chiusura di post quella ridicola dichiarazione di rammarico.

    RispondiElimina
  11. Il solito sfigato che, per darsi un tono, cerca di fare il duro ed il cinico .

    Ne hai tutte le caratteristiche.

    Ma la cosa peggiore è che non sei nemmeno divertente.

    RispondiElimina
  12. Il diritto alla satira è sacro ma che bisogno c'è di fare satira su un fatto tanto delicato e privato?
    Quali contenuti di rilevanza sociale ci hai trovato da non poter fare a meno di mescolare in quella melma?
    Non mi pare che l'Italia ci faccia mancare episodi su cui lavorare; allora perchè infierire oltre su queste persone?
    E' una questione di gusto, di limite personale, sto dicendo ciò che la mia sensibilità mi porta a dire.
    Mi piacerebbe sentire la tua.
    Ciao.

    RispondiElimina
  13. Io sono pienamente d'accordo con Emanuela e Vincenzo.
    Ma questo mio commento non verrà mai pubblicato perché non sono un'amica intima di Kra probabilmente. E chi non è suo amico viene linciato se si azzarda a metter bocca nel suo Clan di "Amici di Davide Cerisola" su facebook.

    Questa è satira di sinistra. Sìsì.

    Ro Berta.

    RispondiElimina
  14. Quella di Kra non è satira, ma sfottò perchè appunto se la prende con una vecchietta che inciampa o con una ragazzina di 15 anni che neppure conosce permettendosi di insinuare che in vita fosse una "mignotta".
    La satira deve toccare le cause che stanno dietro a queste tragedie, e per farlo devono avere una sensibilità che lui non dimostra.

    Fonte: Dario Fo (http://www.youtube.com/watch?v=7n6TadCBDD4)

    RispondiElimina
  15. scusate se mi intrometto..ma ro berta dice che sono frasi di sinistra?ma ti rendi conto di quello che scrivi anche tu?e poi uno che fa satira su queste cose non merita la benchè minima attenzione..ma è di sicuro un i....a! scusate ancora ma mi fa rabbia vedere e leggere certi commenti su una povera ragazza che se anche l'avesse data a tutto il paese non meritava di morire!chiuditi in un cesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiuditi tu nel cesso puttana

      Elimina
    2. Sei degna di fare la troia nella tua carriera....solo una poco di buono come te potrebbe dare risposte simili,fate schifo quando parlate cosi

      Elimina
  16. ruta la mia era una battuta, la penso esattamente come te. leggi bene tutti i miei commenti, non fare come lui che sa solo scrivere cavolate senza pensare o ascoltare.
    è lui che si definisce di sinistra.
    ma forse si riferisce solo al fatto di essere mancino.
    bah...

    RispondiElimina
  17. Solo lo stupido sa' quanto è intelligente...

    RispondiElimina
  18. Per lo stupido il cretino è sempre l'altro...

    RispondiElimina
  19. Ah ah ah ah ah....
    Che ridere!
    Poi geniale il gioco di parole con il cognome della ragazzina.
    Tu si che sai fare satira. Anzi QUESTA è satira, mica essere irriverenti con i potenti, e che cazzo.
    Dai ci provo anch'io:
    La madre di Kra ha partorito il figlio dal buco del culo, infatti è un vero stronzo.
    AHAHAHAHAHAHAHAH
    Fa ridere, vero!?

    RispondiElimina
  20. (Rielaborando)
    Sempre meglio avere scazzi su internet con la gente che commenta che la famiglia Scazzi

    RispondiElimina
  21. Kra questo post è indegno, fa schifo, sei una persona orribile.
    Io, che sono una personcina per bene,ti stuprerei il gatto. Io, che vado sempre in chiesa, ti manderei in ospedale. Io, che sono una che rispetta la dignità degli esseri umani, ti brucerei vivo.
    Spera di non incontrarmi per strada Kra perchè io le persone le rispetto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima a fare schifo sei proprio tu come essere umano!

      Elimina
    2. Sei una psicopatica di merda,in un manicomio devi finire

      Elimina
  22. Ma quanto è bello rigirare le frittate, Scimmia Pazza.
    Comunque come darti torto? L'Anonimo è veramente violento, ma mi sa che si tratta di qualcosa di personale.
    Anonimo, l'hai capito o non l'hai capito che l'autore non si tocca?!

    - Si commenta solo ed esclusivamente per complimentarsi con lui.

    - Non puoi fare più di uno o due commenti, quindi impara a scrivere bene perché se ti correggi poi sono guai, sei uno spammer o un troll assassino con una taglia di un pugno(vero) di dollari.(insieme ai 500 e più commentatori che da anni e giornalmente "si picchiano" nel Sito di Sabina Guzzanti per opinioni contrastanti e anche per cazzate).

    - Se non la pensi come lui, taci, che ti costa?
    Non hai un tuo blog? Scrivi lì e, mi raccomando, lascia aperti i commenti altrimenti ti danno del fascista. Poi li cancelli in un secondo momento.

    Tutto chiaro? ;)

    RispondiElimina
  23. Più che commenti, direi che si potrebbero chiamare "parole al vento". Comunque rispondo ad uno ad uno.
    Iniziando da Emanuela
    Spiace di non esserti piaciuto in questa occasione, ma il post, per trovare spazio sul mio blog personale, deve piacere in primo luogo a me. A me è piaciuto così l'ho pubblicato. Continua a seguirmi se ne hai voglia e vedrai se ti deluderò nuovamente oppure ti piacerà.

    Anonimo 01:
    Vedo che il modello "zio di Sarah Scazzi" sta iniziando a spopolare. Comunque ti aspetto per rompermi la testa e quant'altro tu voglia fare. Contattami privatamente e ti dirò dove devi venire ad uccidermi. Auguri.

    Vincenzo:
    Questa è satira. Non vera o falsa. Semplicemente satira. Battute poco originali? Forse. Ma se il problema è il plagio, citami il plagiato e confronteremo gli scritti. Così è un'accusa ridicola. Io non sono qui ad insegnare niente a nessuno, tanto meno cosa è e cosa non è satira. Mentre vedo che, nella mia bacheca facebook e sul mio blog, di professori ne girano parecchi. Quando avrò bisogno di un loro parere farò in fischio. Fino ad adesso non ne ho alcuna necessità. La "ridicola dichiarazione di rammarico" rientra in un discorso un pochettino più complicato che è il ruolo dell'autore satirico in distinzione con il ruolo che la persona che lo incarna ha. Non pretendo tu lo capisca visti i toni che utilizzi.

    Anonimo 02:

    Grazie del parere tecnico. Lo terrò da conto.

    Tamara:
    Il diritto alla satira è sacro ma che bisogno c'è di fare satira su un fatto tanto delicato e privato? <--- Mi andava di farlo. Ecco che bisogno c'era.

    Quali contenuti di rilevanza sociale ci hai trovato da non poter fare a meno di mescolare in quella melma?<----- L'ipocrisia in primis. Sentir parlare di "angelo volato in cielo" da chi non la conosceva è di un'ipocrisia tale che mi meraviglia non sia uscito anche a Domenica 5 (ah, scusate, l'hanno detto ANCHE in quella trasmissione).

    Non mi pare che l'Italia ci faccia mancare episodi su cui lavorare; allora perchè infierire oltre su queste persone?<----- Infierire oltre? Ehi! Non l'ho mica stuprata io la ragazzina! Stiamo calmi!

    E' una questione di gusto, di limite personale, sto dicendo ciò che la mia sensibilità mi porta a dire.<------- Abbiamo gusti, limiti e sensibilità diverse. Confrontiamole se vuoi.

    Mi piacerebbe sentire la tua.<----- Quest'è.

    Ciao. <--- A te.


    @Ro Berta:
    "Io sono pienamente d'accordo con Emanuela e Vincenzo.
    Ma questo mio commento non verrà mai pubblicato perché non sono un'amica intima di Kra probabilmente. E chi non è suo amico viene linciato se si azzarda a metter bocca nel suo Clan di "Amici di Davide Cerisola" su facebook."
    Il tuo ragionamento è così ridicolo che rimarrà ad imperitura memoria questo messaggio. In questo blog non si cancella nessun messaggio (al limite, alcuni dei messaggi, possono essere trasmessi alle autorità competenti per azioni civili o penali a seconda del contenuto degli stessi).

    Ro Berta 2:

    Questo non è affatto sfottò, ma humor nero al limite. Se non sai la differenza son problemi tuoi. Ci sono lacune che un microvideo su youtube non può colmare. La satira non deve fare nulla di quanto tu dici perché (e son parole di Dario Fo) "la prima regola della satira è: nella satira non ci sono regole" (oppure, per dirla alla Luttazzi "la satira informa, deforma e fa quel cazzo che le pare").
    Amen andate in pace.

    @Ruta:
    Io sono di sinistra. Fattene una ragione. Ho letto abbastanza e mi sono documentato abbastanza da poterlo dire e non vedo come qualche battuta bordeline su una ragazzina morta ammazzata (e, solo dopo, stuprata) possa farti pensare il contario.
    i...a non ho idea di cosa voglia dire.


    Continua... (?)

    RispondiElimina
  24. Grazie per le risposte, Kra.
    Non sei né il primo né l'ultimo che si confronta con pareri differenti sul web, quindi perché ti agiti tanto? Nessuno ha mai preteso di imporre la propria idea ma l'ha solo espressa.
    Dall'alto della tua dichiarata indifferenza potresti anche coerentemente non rispondere a queste "parole al vento.", no?
    E' un consiglio.

    Ps: mmm Sicuro che sia una citazione di Luttazzi quella??

    GRAZIE ancora di cuore.

    ;)

    RispondiElimina
  25. RoBerta, tu continui ad infestare i blog come la trolla che sei. Questa storia di Sara Scazzi ti arrapa quant'altri mai. Dev'essere la tua particolare forma di perversione.

    RispondiElimina
  26. Signora Cristina, La prego, non si risenta.

    :D

    RispondiElimina
  27. Voglio precisare una cosa perché non ne posso più: io non ho infestato proprio un bel niente, ho commentato in due blog e sul facebook di uno degli autori. Il mio linguaggio non contiene nulla di offensivo o inappropriato se non l'espressione di una mia opinione(che vi piaccia oppure no), a differenza di Signore che forse hanno la mania di persecuzione e a 40-50 anni provano gusto ad aggredire verbalmente con termini che a mio avviso non tanto si differenziano dal criticato Signor Anonimo.
    Riporto:
    "Trolla che sei.."
    "Ti arrapa quant'altri mai"

    Ma si rende conto Signora Cristina?
    Ma non si vergogna neanche un po' alla sua età?

    Se io commento o non commento, dove o quando, non deve riguardarle. I miei commenti sono uguali tanto quanto i suoi, forse con l'unica differenza che i miei sono limpidi e rispettosi e per questo forse molto irritanti per un'acida provocatrice come lei.

    Stia bene,

    RoBerta.

    RispondiElimina
  28. @ Ro Berta 03:
    Io sono di sinistra e non ho alcun test psicoattitudinale da affrontare per potermi definire così neppure dinnanzi a te o a chiunque altro. Ho le mie idee che, bada bene, tu NON conosci (perché non mi conosci) e di cui saresti pregata una volta ancora di non parlare.

    @ Anonimo 03:
    Non capisco il riferimento ma è buona così.

    @ Uso Criminoso:
    Sottoscrivo.

    @ Anonimo 04:
    La battuta contro di me è davvero molto debole. Spiacente. Fosse stata più dura l'avrei apprezzata. Per il resto questa è satira. Essere "irriverenti contro il potere" è solo uno dei lati della satira. Cosa sia vera satira e cosa non lo sia sono cose che, purtroppo, non puoi decidere tu.

    @Anonimo 05:
    Anche così è piuttosto brutta.

    @Anonimo 06:
    La bestemmia disonora chi la dice. :-D

    @Scimmiapazza:
    LOL. In effetti è quello che ho pensato subito. Scrivo una serie di battute su una morta e mi si minaccia di morte perché non ho rispetto per le persone. Non lo trovi bizzarro come comportamento?

    @UsoCriminoso 02:

    Comunque come darti torto? L'Anonimo è veramente violento, ma mi sa che si tratta di qualcosa di personale.<----- Mi sa che non lo puoi sapere nè tu nè io (se non tramite IP che, ve lo ricordo visto che siete così portati a minacce e offese sono registrati). Evidentemente sai qualcosa che non so oppure parli a caso. Chissà.

    Anonimo, l'hai capito o non l'hai capito che l'autore non si tocca?!<----- Si tocca, si tocca. E usa le foto di Sara Scazzi per farlo. (Oh mio Dio! Questa cosa è orrenda! Come puoi dire una cosa del genere! Vergognati!!!)

    - Si commenta solo ed esclusivamente per complimentarsi con lui.<----- Sì, infatti si nota.

    - Non puoi fare più di uno o due commenti, quindi impara a scrivere bene perché se ti correggi poi sono guai,<------- Ti starai mica riferendo ad una persona che, ad un singolo post ha fatto una decina di commenti qui e una ventina sulla mia bacheca facebook (entrambi spazi privati aperti al pubblico).

    sei uno spammer o un troll assassino con una taglia di un pugno(vero) di dollari.(insieme ai 500 e più commentatori che da anni e giornalmente "si picchiano" nel Sito di Sabina Guzzanti per opinioni contrastanti e anche per cazzate).<----- Non capisco cosa c'entri Sabina Guzzanti con me, ma è sempre un piacere saltare di palo in frasca con i ragionamenti.

    - Se non la pensi come lui, taci, che ti costa?<---- Critica nel merito oppure taci. Non dirmi cosa deve fare la satira e che io non faccio vera satira perché sono opinioni che, con tutto il rispetto, mi paiono basate sul nulla. "Non piace a me quindi non è satira" non è un ragionamento.

    Non hai un tuo blog? Scrivi lì <---- E non puoi se non lo hai. Ma se sei così attivo nel lasciare commenti nel blog altrui, forse, sarebbe giunto il momento che te ne aprissi uno tuo del tutto e scrivessi ciò che preferisci.

    e, mi raccomando, lascia aperti i commenti altrimenti ti danno del fascista.<------ Sinora del fascista me lo son preso io che i commenti li ho aperti.

    Poi li cancelli in un secondo momento.<----- Mai cancellato un solo messaggio dal mio blog, sfido a dimostrare il contrario. Questo atteggiamento è diffamatorio.

    RispondiElimina
  29. @ Ro Berta 04:
    Grazie per le risposte, Kra.<----- Prego. Attendo pure le scuse per aver detto che avrei cancellato il tuo messaggio di cui sopra.

    Non sei né il primo né l'ultimo che si confronta con pareri differenti sul web, <-------- Dirmi che mi si vuol uccidere non è un "parere differente" è un reato.

    quindi perché ti agiti tanto?<---- Azione/reazione. Non piace la mia reazione? Fuori, aria. Il web è grande.

    Nessuno ha mai preteso di imporre la propria idea ma l'ha solo espressa.<-------- L'ho lasciata esprimere liberamente. Ma non mi pare il caso di avere, ad un singolo post, 50 commenti sul nulla. Detto questo, ripeto: non ti piace il modo in cui gestisco il blog... VATTENE. Non è un problema.

    Dall'alto della tua dichiarata indifferenza potresti anche coerentemente non rispondere a queste "parole al vento.", no?<----- Perché dovrei? Vieni in casa mia e mi lasci i foglietti sul tavolo e io non dovrei rispondere? Io faccio, se permetti, quello che mi pare. Perché è casa mia appunto. Questa non è casa tua quindi attieniti ad un comportamento degno, per favore.

    E' un consiglio.<----- Grazie 1000.

    Ps: mmm Sicuro che sia una citazione di Luttazzi quella??<----- Certo. Se non la conosci, forse, sarebbe il caso che calassi un pochettino le tue pretese di insegnante. Cerca su Google "la satira informa deforma e fa quel cazzo che le pare" e controlla tu stessa.

    GRAZIE ancora di cuore.<------- Ma di cosa? Bò.

    @I commenti dopo:
    Se avete dei diverbi, per favore, risolveteli privatamente. Grazie.

    RispondiElimina
  30. censurata(ma nessuno lo saprà)13 ottobre 2010 12:37

    Grazie per la cordiale ospitalità e soprattutto per la signorilità dimostrata.

    RoBerta.

    RispondiElimina
  31. Il tuo problema è che in quanto a risposte, sono peggio di te(finché non mi stanco).
    Ma sono molto più educata.

    Scrivere in inglese non cambia le cose. ;)

    RispondiElimina
  32. Oh, a leggere qua sopra mi viene l'ansia!
    Dissentire e confrontarsi va bene ma qui siamo ai coltelli.
    Non c'ho più l'età.
    Love and peace. Amen.

    RispondiElimina
  33. ..se questa tragedia fosse successa nella tua famiglia? Non credo ti piacerebbe leggere frasi simili scritte per fare satira o in nome del diritto alla satira e altri blabla.. delle persone stanno soffrendo tantissimo, niente sarà più lo stesso..
    Certo il web è grande.. certo c'è libertà di parola.. ma se tu fossi Claudio adesso forse neanche riusciresti a concepire che a qualcuno in qualche parte del mondo viene in mente di far della satira sulla morte di tua sorella, sulla tragedia della tua famiglia..

    RispondiElimina
  34. Mi fa schifo pensare come questo omicidio (a mio parere, uno come tanti altri dello stesso tipo e che nessuno ha mai considerato) sia diventato un enorme "calderone" dove tutti si sentono in diritto di sguazzare e di dire la loro: falsi perbenisti che pensano di sapere ogni cosa e si sentono in diritto di giudicare tutto e tutti, giornalisti in cerca di una vittima sacrificale, persone che pensano che innalzando Sara a vitello d'oro dell'innocenza senza sapere minimamente chi fosse (magari era veramente brava, ma chi sei tu per dirlo??? l'hai mai conosciuta??? chi c***o sei???), gente che si indigna nel sapere che si fa facile umorismo anche su questo...

    a tutti, vi prego, STATE ZITTI, FINITELA, tutti quanti, STATE ZITTI E FINITELA DI PARLARNE, questo fatto non è stato niente di speciale, Sarah Scazzi non era nessuno di speciale, parlandone (compreso me) non migliorerete né voi stessi né il mondo né chi ha avuto a che fare con lei, e, a dirla tutta, non ne avete il potere. E anche se augurate la Morte (con la M maiuscola) a me e ai miei cari, non cambiereste niente. Chi vi credete di essere? Scommetto che tra un mese questa Sarah ve la sarete completamente cancellata dalla mente e il mondo non sarà cambiato neanche un po'.

    Tante parole e neanche un'azione sensata... se volete veramente cambiare qualcosa, staccatevi dalla TV o dai giornali o dal PC, uscite fuori e andate a prendere chi veramente rovina la vita vostar e degli altri...

    Ma noi siamo italiani, giusto? GUAI a fare qualcosa che possa portare via la vostra mediocrità, se no non potete più guardare il GF o Studio Aperto, per risolvere i problemi preferite rivolgervi a specialisti come la madonna di Medjugorie, vero?

    Mi fate schifo. Tutti. Nessuno escluso. Me compreso.

    Scusate lo sfogo, anzi, SCUSATE UN CAZZO, levatevi dalle palle una volta per tutte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ammiro Anonimo per tutto quello che hai detto

      Elimina
  35. Beh, meglio avere degli scazzi sul blog...

    RispondiElimina
  36. Ultim'ora:
    Kra scampa miracolosamente ad un attentato!

    Questa mattina, intorno alle 10.30, al suo rientro a casa dal solito WE da debosciato, Kra è scampato a quello che si profila come un tentativo di ritorsione violenta nei suoi confronti.
    Determinante è stata la decisione di cambiare percorso nel rientro al suo alloggio, decisione presa per non passare davanti all'uscio del padrone di casa (dal quale teme un'incresciosa discussione sulla prossima evasione delle rate mensili pendenti del canone di locazione).
    Kra, passato dalla finestra del cortile, avrebbe notato la presenza di due individui sospetti (uno dei quali indossava una divisa della Guardia di Finanza e l'altro un costume da cane lupo) che lo attendevano sulle scale. Insospettito, Kra avrebbe richiamato l'attenzione del sospetto vestito da cane, lanciando un minuscolo involto di stagnola che ha trovato nel pacchetto del tabacco, lungo la tromba della scala. I due si sarebbero precipitati verso il pianterreno consentendo a Kra di rifugiarsi sano e salvo nel proprio appartamento.
    Raggiunto al telefono ha espresso la sua preoccupazione e ha dichiarato di sentire la necessità di raddoppiare la 'scorta'.
    Il clamoroso avvenimento è probabilmente collegato all'ultimo post, sul suo celebre blog, che ha scatenato le ire di un nutrito gruppo di persone per bene.

    RispondiElimina
  37. Breaking News:
    Kra confessa "Sono stato io ad uccidere Sara Scazzi".

    RispondiElimina
  38. Sì, ecco, angelo volato in cielo eccetera.

    (Non ripeterla più 'sta cosa che sei stato tu... visto come va l'andazzo arrestano chiunque gli capiti a tiro).

    E comunque la strategia migliore non è confessare, perché poi Vespa il plastico lo può fare ugualmente durante il processo: la strategia migliore è stuprare e uccidere un'altra sedicenne, possibilmente carina o, meglio ancora, gnocca.

    RispondiElimina
  39. Chevelodicoaffà19 ottobre 2010 09:34

    Che pesantezza...
    Che noia: Kra di qua, Kra di là. Satira zero. Denuncia zero.
    Guardiamoci ben bene l'ombelico e se proprio dobbiamo fare altro, allora meniamoci.
    Saluti.

    RispondiElimina
  40. A mio parere, il senso del messaggio è il seguente (poi l'autore mi dirà se ci ho preso):

    i media stanno talmente mancando di rispetto a questa ragazzina, e con loro i familiari che hanno venduto l'anima per apparire in tv, che in questo putrido contesto fare becera ironia non è altro che un monito per risvegliare coscienze sopite (e ne vedo tante che hanno commentato).
    Ecco dov'è la denuncia del blogger. Mi sembra una presa di posizione intelligente contro lo squallore mediatico di questi giorni. Tutti sono capaci di dire "orribile, scandoloso", pochi vedono oltre il loro naso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono una di quelle poche persone che riesce a vedere oltre il suo naso

      Elimina
  41. @ipiven
    il blogger non se ne frega nulla, dai retta a me.
    altrimenti non risponderebbe con tanta presunzione, ma farebbe capire a tutti ciò che intende dire, anche a chi non ci arriva o a chi semplicemente gli fa notare che il suo modo di scrivere e di comunicare è pessimo perché si nasconde dietro all'ironia su una ragazzina, per denunciare lo squallore mediatico che dici. Se questi sono i suoi intenti, che abbia il coraggio di esporli direttamente e limpidamente come hai fatto tu nel tuo commento.
    Le "coscienze sopite" sono solo stanche di tanta codardia e di tanta indifferenza.

    RispondiElimina
  42. ops @ipipeven no @ipiven (scusa)

    RispondiElimina
  43. @ Ipipeven
    Io mi limito a scrivere ciò che voglio, lascio che siano gli altri ad interpretare liberamente il mio pensiero. Certamente il tuo punto di vista è molto più simile al mio di quanto non lo siano quelli che mi dicono "Ma se fosse successo a te?".

    Riguardo poi l'anonimo/a che dopo di te ha risposto posso solo dire che provo così tanta pena per chi cerca nel propositore una guida da rendermi davvero difficile rispondere a tono..
    Quando scrivo qualcosa non voglio insegnare niente a nessuno. La scrivo solamente. Non faccio la guida spirituale nè ho la presunzione di dire cose che fanno riflettere. Alcuni cercano qualcuno che li guidi, bè, in caso: cercate altrove.
    Non ho nulla da farvi capire, espongo la mia roba, fine della storia.
    Per stanare l'infamia dei media è GIUSTIFICABILISSIMO prendere ad esempio il fattaccio capitato ad una minorenne.
    E se questa battuta:
    "Lo zio ha detto di aver abusato della nipote dopo morta. "È una cosa orribile" hanno sentenziato numerosi mezzobusti. Quasi quanto l'erezione che avevano loro in quel momento."
    Non vi chiarisce il mio obiettivo, forse è il caso che vi prendiate in mano un libro di comprensione del testo. O che ve lo facciate raccontare.

    RispondiElimina
  44. P.S. Anonimo, sarebbe bene che parlassi dei comportamenti tenuti solo da te stesso/a e non dei comportamenti tenuti da persone che non hai mai visto in vita tua.
    Prendilo come il consiglio di un coglione.

    RispondiElimina
  45. a me il post è piaciuto, lo considero satira e un fondino di verità c'è.
    E credo che in realtà Kra rispetti la ragazza uccisa quanto voi...

    e personalmente sono stufa anche io di questo sciacallaggio ridicolo e pietoso, sin dall'inizio sentivo le varie signore parlarne come quando parlano delle telenovelas...
    "ehhh le piaceva Ivano"
    ...che poi chi cavolo è sto Ivano mo?!
    Oggi a pranzo ho saputo pure che stavano pensando di farlo andare al prossimo grande fardello... ma andate a fare in **** vaaai XD

    questo è il paese dei ladri, dei papponi e delle troiette, dei grandi fratelli e delle cazzate.

    yu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che andassero a fare in culo,loro e Ivano Russo
      Ahahahahah

      Elimina